CR7 ti amo ma ti odio

Dal primo momento che ti ho visto giocare, sei stato per me fonte d’ispirazione.

Ciao Cristiano.

Questa è una lettera immaginaria, che vorrei tanto tu leggessi, si una lettera di una ragazzo poco più che ventenne, che ti ha sempre adorato. Io ti ho amato sin dal primo giorno in cui ti ho visto con la maglia del Manchester United, prima ero troppo giovane per avere ricordi nitidi di te in maglia Sporting, quando ancora tutti non si erano accorti del tuo splendore, io in te vedevo già qualcosa, anche quando tutti dicevano che i tuoi dribbling, i tuoi giochetti, i tuoi”numeri”, erano solo roba da circo, beh io invece , a differenza di tutti i tuoi detrattori, ti ho sempre difeso e amato.

Ti ho adorato anche quando hai sbagliato il rigore contro il Chelsea nella finale di Champions League, poi vinta comunque dal tuo Manchester, ti ho adorato ancora di più perchè hai fatto capire al Mondo di essere ancora “umano”, l’hai fatto capire a loro, perchè io sapevo che saresti diventato ciò che sei oggi, quando giocavi in Inghilterra eri ancora giovane, inesperto, con poca malizia, non ancora quella macchina perfetta che poi sei diventato.

Il 1 luglio del 2009 sei passato al Real Madrid, ho mal digerito qul trasferimento, perchè io non ho mai amato le corazzate, i padroni, le squadre che grazie ai soldi hanno sempre avuto i giocatori migliori, io ho sempre preferito le squadre minori, quelle che giocano con il cuore, ma nonostante tutto ciò tu per me non eri un uomo, ma bensì una Fede, un essere ultraterreno, una divinità, per questo ho sempre accettato le tue scelte, perchè quando indossi gli scarpini mi fai sognare, mi fai entrare in un mondo fatato, un mondo dove io posso  giocare con affianco a te, esultare con te, segnare un gol con un tuo passaggio filtrante, mi basterebbe anche solo portarti da bere quando hai sete, un sogno.

Un sogno certo, tutto un sogno, diventato poi incubo nel giorno in cui tu hai firmato per la Juventus, questa Cristiano non me la dovevi fare, io pensavo non saresti mai venuto a giocare in serie A , perchè il campionato italiano di oggi, a mio modesto parere non è alla tua altezza, è un campionato mediocre che al suo interno non annovera veri e propri campioni, ottimi giocatori si, ma nessun top player.

Tu sei andato nella squadra più odiata d’Italia, forse tu questa cosa non la sai, indubbiamente c’è da fare i complimenti a loro per questa mega operazione di marketing, ma loro proprio non riescono a starmi simpatici, forse per i motivi che ti ho elencato giusto qualche riga fa, ma per amor tuo, proverò ad accettare anche questo tuo enorme errore.

Pensavo che come tutti, tu te ne saresti andato in Cina, Giappone, uno di quei campionati minori, quei luoghi dove solo oggi stanno conoscendo il calcio, quello vero, invece tu no, non sei andato in quei paesi lontani a farti riempire le tasche di soldi, tu hai preferito restare in Europa (pur sempre con tanti soldoni) a giocare nel calcio Vero, quello fatto di campionati combattuti, non decisi alla prima giornata, di Champions League, perchè no anche di Coppe nazionali.

Ho la  speranza che tu possa fare da traino a tanti altri campioni del tuo calibro, per far si che il nostro campionato torni ad essere il più bello e torni agli albori di qualche tempo fa.

Qualche riga più su  ho scritto che spero che nel campionato italiano arrivino campioni del tuo calibro, ma sai cosa ti dico? Ho sbagliato, si ho sbagliato, perchè in cuor mio so che la serie A ancora non è pronta ad accogliere certe  star, un campionato ancora troppo debole economicamente e non solo. lo penso davvero che di Cristiano Ronaldo ne nasca uno ogni…mai. Sarò per sempre il tuo primo tifoso e grazie di tutto Cristiano. 


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

L’umile casa di Cristiano Ronaldo

Condividi questa notizia: