CONSIGLI FANTACALCIO 2017-2018, A VERONA COL DUELLO PECCHIA-PAZZINI?

Torna nella massima serie, dopo un solo anno di purgatorio in Serie B, l’Hellas Verona di mister Pecchia, che ha ottenuto la promozione diretta con qualche difficoltà di troppo rispetto a quanto si potesse immaginare a inizio della scorsa stagione. Pecchia confermerà il 4-3-3 utilizzato nella passata stagione, modulo che ha permesso all’Hellas di risultare con 64 gol fatti il secondo miglior attacco della Serie B, ma di subirne ben 40, ed è per questo che la società scaligera per il ritorno in Serie A è corsa ai ripari acquistando due difensori esperti e affermati nella categoria come Heurtaux e Caceres. Due anche i nuovi innesti in attacco per affiancare capitan Pazzini nel tridente gialloblù: Alessio Cerci (nella foto con la moglie), che torna in Italia dopo la deludente esperienza all’Atletico Madrid, e Daniele Verde, che arriva in prestito dalla Roma. Basteranno per salvarsi? I tifosi scaligeri sperano di sì, intanto scopriamo i possibili protagonisti fantacalcistici della squadra allenata da Pecchia.

 

Consigli fantacalcio 2017/2018: le certezze

ROMULO (difensore) 

Il giocatore italo-brasiliano ritrova la massima serie dopo un campionato di Serie B che l’ha visto assoluto protagonista, mettendo a segno 4 gol e fornendo 6 assist vincenti nelle 39 partite in cui è stato impiegato, risolvendo finalmente quei problemi fisici che gli avevano permesso di giocare solo 15 partite nelle due stagioni precedenti. Romulo è un giocatore molto tecnico, in grado di ricoprire vari ruoli, dal terzino all’esterno d’attacco, passando per quello di mediano, anche se quest’anno dovrebbe essere impiegato nella maggior parte dei casi come terzino destro, vista anche la cessione di Eros Pisano in quel ruolo. Grazie alla sua duttilità tattica, Romulo garantirà quindi una titolarità pressoché certa, una discreta continuità di rendimento e anche qualche bonus. Se avete necessità di un difensore con queste caratteristiche, Romulo può essere la soluzione ai vostri problemi.

DANIEL BESSA (centrocampista) 

Centrocampista completo, bravo negli inserimenti e nel calciare con entrambi i piedi, dotato di un tiro eccellente e di un’ ottima visione di gioco, Bessa è un giocatore insostituibile per mister Pecchia in quanto alle ottime qualità tecniche abbina tanta corsa e dinamismo, che gli permettono di coprire gran parte del centrocampo, disimpegnandosi anche in fase difensiva, rendendolo però un centrocampista dal cartellino giallo facile. Nonostante si appresti a disputare il suo primo campionato di Serie A, siamo convinti che il suo rendimento sarà superiore alla sufficienza e che garantirà anche una buona quantità di bonus, visto che nell’ultimo campionato di Serie B ha segnato la bellezza di 8 reti in 41 partite con l’Hellas.

GIAMPAOLO PAZZINI (attaccante)

Protagonista assoluto del ritorno nella massima serie dell’Hellas Verona, trascinata alla promozione con 23 reti in 35 gare che gli sono valse il titolo di capocannoniere dello scorso campionato di Serie B, capitan Pazzini è pronto a riconfermarsi anche in Serie A leader indiscusso della squadra scaligera. Punto di riferimento offensivo dei gialloblù, quest’anno Pazzini potrà beneficiare degli assist dei due nuovi esterni Cerci e Verde, che potranno aiutare il capocannoniere dell’ultima Serie B a realizzare almeno una dozzina di reti in campionato. L’anno scorso Pazzini è stato capace di mettere a segno ben 4 doppiette di fila, dimostrando che quando è in forma può essere davvero devastante, quello che i tifosi scaligeri e tutti i fantallenatori che punteranno su di lui si augurano possa essere anche in Serie A. Pazzini quest’anno potrebbe quindi risultare fondamentale per molte fantasquadre, data la sua assoluta titolarità e la possibilità di calciare i rigori, visto che da quando è a Verona è sempre stato infallibile dal dischetto (per lui 8 rigori trasformati su 8 calciati nelle ultime due stagioni tra serie A e B).

Consigli Fantacalcio 2017/2018: le sorprese

ALEX FERRARI (difensore) 

Nell’ultima stagione in Serie B con la maglia gialloblù il difensore classe ’94 ha giocato poco, collezionando solo 14 presenze, ma quest’anno Ferrari avrà modo di giocare di più vista anche l’indisponibilità di Bianchetti, Caracciolo e Brosco per l’inizio della stagione e le non perfette condizioni fisiche dei nuovi acquisti Heurtaux e Caceres, che gli hanno permesso di partire titolare in queste prime gare stagionali. Reduce dall’esperienza all’Europeo Under 21 in Polonia, Ferrari è un difensore centrale che può essere adattato anche a terzino destro, che secondo noi può rappresentare una buona scommessa a costo minimo, in quanto può garantire una media voto sufficiente, anche se da lui non aspettatevi bonus, perché non è un difensore che si spinge molto in avanti.

BRUNO ZUCULINI (centrocampista) 

La carriera del centrocampista argentino sembrava avviata verso un promettente futuro, quando nel 2014 fu acquistato dal Manchester City, con cui però non ha mai esordito, visto che la squadra inglese nelle tre successive stagioni l’ha sempre ceduto in prestito, fino ad arrivare a Verona nel gennaio 2017, con la quale ha totalizzato 16 presenze e 1 gol in Serie B. Zuculini a Verona sembra abbia trovato la sua dimensione, iniziando al meglio la sua seconda stagione all’Hellas realizzando un gol nella prima gara stagionale degli scaligeri in Coppa Italia. Scommessa da tentare soprattutto in leghe numerose.

DANIELE VERDE (attaccante) 

Nuova occasione in massima serie per l’ala napoletana classe ’96 che, dopo l’ottima stagione vissuta con l’Avellino, nella quale ha realizzato 8 gol e fornito 5 assist nelle 32 partite di Serie B disputate, approda all’Hellas Verona in prestito dalla Roma per cercare il definitivo salto di qualità. Daniele Verde è un esterno mancino brevilineo, molto veloce, dotato di una notevole tecnica di base e di un ottimo dribbling, grazie al quale è in grado di superare facilmente il diretto avversario e tentare poi l’assist o la conclusione direttamente in porta. Dopo l’addio di Cassano, sarà lui a formare con Cerci e Pazzini il tridente d’attacco titolare, potendo finalmente dimostrare anche in Serie A tutto il suo valore. Nella prima gara stagionale dell’Hellas in Coppa Italia, Verde si è dimostrato subito decisivo, grazie alle sue accelerazioni e al suo fiuto del gol, che gli hanno permesso di realizzare una pregevole doppietta. Chi ben comincia …

TORNA ALLA GUIDA ALL’ASTA 2017-2018

 

 

Condividi questa notizia: