Ciao Capitano, mio Capitano

Ciao Capitano
Ti scrivo per farti gli auguri, per ringraziarti.

alex-delpiero-alessandro-juventus

Sappi che non sono solito augurare o dedicare qualcosa a persone che non conosco, ma tu per me non sei uno sconosciuto. Non sarai il mio migliore amico, né un parente, nè un conoscente, ma fai parte della mia vita, da sempre. E da sempre conosco la data del tuo compleanno, il 9 novembre, come ne ricordo veramente poche. Mi capita di dimenticarne qualcuno di davvero importante, anche tra amici e parenti, ma questo no. Sai perché? Perché il tuo compleanno per me (e milioni di ragazzi come me) è più di una semplice ricorrenza. è il mio personalissimo Natale. Ti spiego brevemente cosa vuol dire.

Vedi Capitano, io amo il calcio, è parte integrante della mia vita, ne condiziona giornate ed umori. Così come amo la squadra di cui Tu sei la rappresentazione umana.

Non giriamoci intorno, gli errori si fanno, e la società con te ha sbagliato; lo sai Tu, lo so io, lo sanno loro, lo sa chiunque ami questo gioco, che per noi assume caratteristiche viscerali e sentimentali che vanno ben oltre l’idea di “gioco”. è pur vero che i giocatori passano e la maglia resta, e io ho continuato e continuerò ad amare quella maglia che Tu hai amato prima di me, prima ancora di indossarla: è anche per questo motivo che nonostante quel trattamento poco Signorile nei tuoi confronti, io continuo ad amare e supportare quei colori, come d’altronde sono sicuro che anche Tu nel tuo “piccolo” continuerai a fare. 

Tu sei la rappresentazione umana della Vecchia Signora, il suo Cavaliere che non l’ha abbandonata nel momento di difficoltà, l’uomo prima che calciatore, il Campione con la C maiuscola. E si, i giocatori passano e la maglia resta, ma le eccezioni esistono.

Tu, Capitano, per noi sei l’eccezione: Tu sei la maglia, non solo il giocatore.

Tu non passerai mai. Se io, noi, amiamo quella maglia, grande merito è tuo: hai unito almeno due o tre generazioni facendo sì che s’innamorassero di quei colori. Io mi sento fortunato ed onorato di essermene innamorato per merito tuo.

Ecco Capitano, non volevo narrare le tue gesta e le tue imprese, i numeri parlano da sé e io non sono mai stato bravo con numeri e statistiche. Ho però una certa dimestichezza con parole e sentimenti, e spero di poter trasmettere questo messaggio a nome di milioni di persone che, come me, vedono nel 9 di novembre del 1974 la data dell’inizio di una parte significativa della propria esistenza. Perciò prima ti ringrazio e poi ti faccio gli auguri, come li faccio a chiunque la pensi come me.

alessandro-delpiero-juventus

Sappi, Capitano, che oggi non è solo il Tuo giorno, ma anche il nostro. Oggi è festa per chiunque si sia innamorato del calcio (e di quella Signora) grazie ad Alessandro Del Piero.
Buon compleanno!
Un tuo tifoso. Ieri, oggi, domani


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Rooney, le donne, il gioco d’azzardo e l’alcool