Da Balotelli a Borriello: ecco la Top11 dell’Italia che poteva giocare in Spagna

Mancano quasi 300 giorni all’inizio di Russia 2018. L’ Italia ha una missione importante da compiere: ritornare grande. Dopo le orribili prestazioni a Brasile 2014 e Sudafrica 2010, gli Azzurri hanno bisogno di un riscatto collettivo per cancellare due eliminazioni ai gironi di fila.
Questo importante compito è stato affidato a Gian Piero Ventura, 69 anni e nessun trionfo degno di nota come allenatore di club.
E’ arrivato con un comprensibile scetticismo dei tifosi ma sta ottenendo dei bei risultati con la nazionale. E’ l’uomo giusto per riportare in alto il tricolore?

Da Balotelli a Borriello: ecco la Top11 dell’Italia che poteva giocare in Spagna

La sua avventura riparte con gli azzurri impegnati in due appuntamenti: Sabato 2 Settembre si giocherà SPAGNA – ITALIA, mentre il 5 Settembre si giocherà ITALIA-ISRAELE. Per questi due incontri, validi per la Qualificazione ai Mondiali 2018, il ct ha convocato i seguenti giocatori:

Succede sempre che i tifosi vorrebbero altri convocati dunque, a nome di tutti, abbiamo stilato la TOP 11 dei non convocati da Ventura.

MODULO: 3-4-3

Portiere
A difendendere i pali della Nazionale : Salvatore Sirigu – dopo la brutta esperienza al PSG il portiere ha dichiarato che aveva perso se stesso. Il classe ’87 ora cerca riscatto al Torino. Noi ci auguriamo che ritrovi se stesso, per adesso ha trovato solo un posto nella nostra top 11.

Difensori
A proteggere Sirigu il tridente difensivo: Mattia De Sciglio, a sinistra, approdato alla Juventus dopo una vita al Milan anche lui è in cerca di riscatto. ll difensore classe ’92 è passato da essere il nuovo Maldini ad essere festeggiato per la sua cessione dai tifosi rossoneri, ma il tempo e l’ambiente nuovo dove ha ritrovato Mr. Allegri sono dalla sua parte. Al centro, Francesco Acerbi, l’uomo in grado di sconfiggere due volte il tumore ai Testicoli azzarderei dire che ha DUE C*GLIONI INVINCIBILI, grinta che può servire per spingere questa Italia B alla gloria. A destra, per concludere il tridente, Armando Izzo. Quando al difensore classe ’92 gli venne ridotta la pena per calcio scommesse lui dichiarò“Ho solo una voglia matta di ripartire”. Noi abbiamo solo una voglia matta di vederlo in Azzurro. Delinquenza e ignoranza in un giocatore solo, come si fa a non convocarlo?

Centrocampisti
A centrocampo tre nuove leve spinte dal Maestro: Franco Vázquez (’89), Jorginho (’91), Roberto Gagliardini (’94) e il Maestro: Andrea Pirlo (’79).
Vázquez,
o meglio, “El Mudo”, era considerato il futuro per la nazionale ai tempi del Palermo. Divenuto un perno del Siviglia, è praticamente sparito dal giro della nazionale. Peccato, magari con Ventura che è un gran chiacchierone si sarebbero trovati bene. Jorginho e Gagliardini sono i più nominati dai tifosi che protestano contro queste convocazioni. Beh, come dargli torto..
Il Maestro invece in questo ipotetico quartetto di centrocampo sarebbe colui che dà lezioni ai tre più giovani. Una sorta di papà castoro con dei piedi buoni e un po’ più di vinello.

Attaccanti
A spaventare le difese di tutto il mondo il tridente offensivo più ignorante e tecnico che si possa trovare sulla faccia del pianeta: Marco Borriello, Mario Balotelli, Sebastian Giovinco.
Borriello è il Bomber per eccellenza. Le squadre che ha cambiato nella sua carriera corrispondono alle sue ragazze settimanali (forse anche giornaliere) e, a modo suo, è uno dei nomi da inserire nella storia del calcio italiano. Dopo l’esperienza a Cagliari approda alla Spal dove esordisce in ottima forma. Lui ci spera ancora alla Nazionale, noi siamo con lui. Balotelli penso non abbia bisogno di presentazioni, ma con tutti i suoi difetti e tutti i suoi scandali io una seconda chanche in maglia Azzurra gliela darei, considerando che il suo rendimento al Nizza è ottimo e che pagherei oro pur di rivedere il Balotelli del 2012. Giovinco, o meglio, la Formica Atomica di Toronto è diventato il capo della MLS con prestazioni da playstation. Per i tifosi del Toronto la sua statura è pari a quella della CN Tower, mentre per il ct italiano la sua statura è pari a quella del suo soprannome. Senza “Atomica”.

p.s. non sono stati presi in considerazione Bonaventura, Marchisio e Florenzi essendo infortunati. Che sVentura.

 

Condividi questa notizia: