Auguri Fenomeno!

Lui era così… Quando prendeva la palla dovevi sparargli per fermarlo.

Accelerava come nessuno mai prima di lui, pensava ad una velocità superiore ed agiva ancor più velocemente! Finte e controfinte, doppi passi, elastici (si si, prima anche di Ronaldinho), era un alieno…

Era il 1996, arrivó in Italia dal Barcellona col Pallone d’Oro in tasca e la 10 nerazzurra sulle spalle…
Non c’era la Liga in tv e per i bambini, per i comuni mortali come me era un oggetto oscuro… Era il pelato dell’Inter, il brasiliano…

Ben presto mi sarei reso conto che non l’avrei mai più dimenticato.

M’innamorai ancor di più di quella squadra, di quel gruppo di campioni che non vincevano mai nulla, per motivi leciti o meno… M’innamorai di lui, dei suoi dentoni e della sua esultanza, braccia larghe e pugno che si alza alla fine…

Non era un calciatore, era Ronaldo! Anche mia nonna, che fino al giorno prima pensava che il Real Madrid fosse il Re di Spagna, sapeva chi era Ronaldo!
Era il campione di tutti, non potevi restare indifferente… Annientava sul campo gente come Baresi, Nesta, Maldini, Cannavaro, Costacurta, Thuram, Vierchowood, Montero, Iuliano e Ferrara… Più tutti gli altri! Ispirava bambini ed adulti, era un Fenomeno sportivo e mediatico…

E non mi importa che oggi sia 100kg, non mi importa che sia andato al Milan, non mi importa dei trans e della vita un po’ così…

E se devo essere onesto, poco m’importa anche di Messi, di Ibra e di CR7, perchè tanto io ho visto Ronaldo…
E l’ho visto in tandem con Vieri e Baggio… Non stiamo qui ad aggiungere altro…

Oggi fa 42 anni… Ed io come facevo 20 anni fa lo guardo ancora con quegli occhi da bambino innamorato, lo guardo come un ciccione guarda una torta, lo guardo come guarderei il culo di Shakira…

Il calcio è cambiato, io sono cambiato e tu che stai leggendo sei cambiato dopo Ronaldo… Che ti piaccia o no…

Auguri Fenomeno! E Grazie!

#R9 .

 

 


 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

La top 5 delle recenti meteore passate in Serie A