“Tante differenze tra gli spogliatoi del 1995 e quelli del 2016.
Una volta, in prima squadra, avevi paura a parlare e stavi in un angolo. Era una dittatura degli anziani. Ti presentavi con l’orecchino, te lo toglievano. Ti facevi crescere i capelli, te li tagliavano.
Adesso un ragazzo viene a fare un allenamento con la prima squadra e pensa di essere arrivato. La cosa più importante è mettersi lì a fare le foto…”

[ANDREA PIRLO]

Condividi questa notizia:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here