I miracoli, succedono pochissime volte

I miracoli nella vita succedono purtroppo poche, pochissime volte… Nel calcio invece, qualche miracolo ogni tanto lo vediamo!

Abbiamo già parlato del Leicester capolista in premier, abbiamo già visto squadre come le Isole Far Oer che affrontano l’Italia con un imbianchino di punta ed un operaio in porta… Ma nel nostro paese, in questi giorni, si sta consumando un bel miracolo… Una bella favola che, comunque andrá, sarà a lieto fine…

Era successo anche in Francia, nel 2000 infatti gli eroici giocatori del Calais, club di dilettanti, arrivó a giocarsi la finale della Coppa di Francia al Saint-Denis di Parigi davanti ad 80.000 persone! La squadra allenata da mister Lozano (che per l’emozione ci stava rimettendo le piume, sul serio!!) fa fuori il Cannes, Strasburgo e in semifinale i campioni nazionali del Bordeaux. La favola di un’intera comunità non conosce però il lieto fine: il Nantes, nella finalissima, la spunta grazie ad un rigore dubbio al ’90.
Ma ad alzare la Coppa saranno i due capitani: Landreau e l’incredulo Becque.

In Italia dicevamo, ci sta pensando l’Alessandria a regalarci una bella favola!
Attilio Gregucci e i suoi approdano ai quarti eliminando Palermo prima e Genoa poi, squadre di serie A e pure ben attrezzate… L’Alessandria, Lega Pro, la vecchia serie C, riesce a replicare al Bari dell’84, dopo di allora mai più nessuna squadra di C riesce a superare gli ottavi…

A dare peró quel tocco di miracolo in più è la storia dell’Alessandria! L’ultima volta in B per i grigi piemontesi risale al ’74-’75, in serie A non si vedono dal ’58-’59… Anni di serie C (C1 e C2), molti anni di serie D fino al fallimento registrato nel 2003… Ripartenza dall’Eccellenza, sotto anche alla serie D… Tutto ció rende l’impresa dei piemontesi ancora più grande!!

Parlando della partita poi, la memorabilità aumenta… 1-0 firmato Marras ad inizio ripresa, poi Pavoletti pareggia e sembra far pendere tutto verso il Genoa… Ma i grifoni non riescono a segnare, ci riesce invece Bocalon nei supplementari, 2-1… Nel finale l’infortunio di Manfrin a cambi esauriti lascia i grigi in 10… Ma si resiste, finisce la gara ed inizia la festa! Ora li attenderà lo Spezia che ha eliminato a sua volta la Roma, un quarto di finale ad alto tasso di miracoli… Comunque vada, sarà un successo ed una festa dei piccoli che scacciano i giganti…

Ah si, diamo coraggio ai piemontesi, nel 1936 avevate raggiunto la finale della Coppa Italia dopo aver eliminato Milan e Lazio, il Toro vi aveva battuti in finale in un derby tutto piemontese!!
Quindi animo!!

Perchè i miracoli, nella vita succedono poche volte, ma nello sport non si sa mai!

Condividi questa notizia:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here