SPAL-UDINESE

SPAL-UDINESE

Dopo 49 anni la Serie A ritorna allo stadio “Paolo Mazza” di Ferrara, dove i padroni di casa della Spal, autori di un’ottima prestazione a Roma contro la Lazio che gli ha permesso di conquistare un insperato pareggio, affronterà l’Udinese, reduce invece dalla brutta sconfitta casalinga contro il Chievo. Rispetto alla sfida contro i biancocelesti, mister Semplici dovrà fare a meno in difesa di Oikonomou, con Cremonesi favorito su Salamon per prenderne il posto, mentre Gomis sarà confermato in porta vista l’indisponibilità di Meret. A centrocampo stessi interpreti del 3-5-2 visto all’Olimpico, con Viviani regista e capitan Mora interno. Sarà invece la prima gara da titolare per Marco Borriello, che affiancherà Paloschi in attacco. Nell’Udinese è in dubbio Thereau, che ha subito un colpo alla caviglia in allenamento e potrebbe partire dalla panchina, lasciando spazio in attacco a Perica, che ha completamente recuperato dall’infortunio e potrebbe quindi partire titolare con Lasagna nel 4-3-1-2 con cui mister Delneri dovrebbe schierare la squadra friulana. Per il tecnico bianconero dubbi sui terzini da schierare: vista l’indisponibilità di Widmer, saranno Angella, Wague e l’ultimo arrivato Larsen a giocarsi il posto da terzino destro, mentre a sinistra Samir e Pezzella saranno in ballottaggio sino all’ultimo. A centrocampo Behrami dovrebbe partire ancora dalla panchina, con Hallfredsson titolare insieme a Fofana e Jankto. Nella Spal consigliati Viviani, che già contro la Lazio è andato vicino al gol, e Borriello, pronto a diventare il nuovo idolo ferrarese, mentre nell’Udinese l’argentino De Paul è stato uno dei più positivi contro il Chievo, senza dimenticare Jankto, che con le sue incursione potrebbe creare qualche problema alla difesa avversaria.

 

Consigliati: Borriello (SPA), Viviani (SPA) e De Paul (UDI).

Da evitare: Paloschi (SPA), Hallfredsson (UDI) e Angella (UDI).

TORNA AI CONSIGLI DELLA 2° GIORNATA DI SERIE A

Condividi questa notizia: